Cos’è la dieta carnivora

Di cosa parliamo?

La dieta del carnivoro è nota anche come dieta a base di carne o dieta carnivora, questa prevede di mangiare quasi esclusivamente carne per ogni pasto, ogni santo giorno.

Si hai capito bene, ho detto ogni giorno!

Questo tipo di alimentazione si traduce in un assimilazione di molte proteine, molti grassi e quasi zero carboidrati.

Come puoi ben immaginare tutto questo va in in contrasto con la saggezza nutrizionale convenzionale, come “è necessario mangiare molta verdura, fibre e cereali”, insomma tutte quelle ”belle raccomandazioni” che hanno contribuito alla proliferazione di diete vegane e vegetariane. 

Sicuramente ora starai pensando che la dieta del carnivoro può causare colesterolo alto, problemi digestivi, aumento di peso e altri infiniti problemi.

Tuttavia, la ”saggezza convenzionale” non è sempre perfettamente accurata.

La dieta carnivora si basa sulla teoria secondo cui i nostri antenati mangiavano principalmente carne perché non era efficiente dal punto di vista energetico raccogliere molta frutta o verdura. 

Di conseguenza, i nostri corpi si sono ”evoluti” per funzionare in modo ottimale con una dieta incentrata sulla carne, fin qui tutto chiaro giusto?

Bene allora andiamo a vedere più a fondo di cosa stiamo parlando.

Cos’è la dieta carnivora?

La dieta carnivora è piuttosto semplice, anzi è veramente a prova di stupido (non che io lo sia… ovvio). 

Dalle mi esperienza passate posso dirti che la semplicità rende più facile seguire la ”dieta” perché non devi pensare o cercare ciò che puoi e non puoi. 

La dieta del carnivoro consiste in:

  • Carne (principalmente bistecche)
  • Uova
  • Burro
  • Formaggio

Puoi anche mangiare alcuni cibi a zero calorie come caffè e spezie.

Per non dimenticare l’olio, io uso principalmente quello di Oliva extravergine come condimento.

Gli alimenti nell’elenco sopra contengono quasi zero carboidrati. 

A differenza della dieta paleo e di altre diete povere di carboidrati / ad alto contenuto di grassi, la dieta carnivora NON include verdure e noci.

I benefici della dieta carnivora

Molto semplice vero? Bene, ora vediamo i ”possibili” benefici della dieta carnivora.

Ovviamente prima di procedere vorrei ricordarti che non sono un medico e che questa è pura divulgazione scientifica, prima di azzardarti ad applicare quanto scritto dovresti consultare un medico.

Ricorda inoltre che ogni corpo è un po ”diverso” e probabilmente risponderà in modo diverso a cibi diversi. 

Questi sono dati che ho trovato online, quindi non potrai di certo prenderle come oro colato, ma stai pur certo che nei prossimi articoli troverai anche i miei feedback e risultati.

La maggior parte delle ricerche che ho trovato sulla dieta carnivora è stata condotta con un campione di persone di piccole dimensioni o semplicemente un esperimento “n = 1”. 

Ciò non significa che i risultati non siano ”informativi”, significa solo che devi prenderli con le pinze e consultare un medico prima di provarlo da solo. 

Vediamo quindi alcuni dei potenziali benefici della dieta del carnivoro:

1. La prima cosa che mi ha attratto della dieta carnivora è stata il menu. 
 
Non so te e i tuoi gusti, ma io amo la carne e altri cibi grassi e per questo mi è sembrato veramente facile riuscire a mantenere questo regime alimentare.
 

2. Mangiare pochi o nessun carboidrato fa sì che il tuo corpo entri nel famoso stato di chetosi, un processo metabolico di utilizzo del grasso immagazzinato per il carburante. 

La chetosi è stata collegata a molti benefici tra cui la riduzione dei sintomi di problemi di salute mentale come l’ADHD, la perdita di peso e l’aumento di forza.

3. A volte moderarsi non aiuta. 

Un assaggio di carboidrati potrebbe farti desiderare molto di più, ad esempio ricordo di aver ”sgarrato” più di una settimana fa con delle pizzette, più ne mangiavo e più ne volevo.

Le prime due settimane ho sperimentato delle forti voglie ma ad ora queste si sono totalmente ridotte, quasi non sento più il bisogno di carboidrati.  

Inoltre, quando facevo le diete ”normali” con pochi carboidrati mi riservavo dei pasti di sgarro durante la settimana per uscire fuori dallo schema della dieta.

Con la dieta carnivora invece non ho più la necessità di questo tipo di sgarri e posso semplicemente mangiare carne ovunque io vada, ristoranti, locali ecc.

 

4. Ho perso tre Kg nella prima settimana e poi altri 2 Kg nella settimana successiva con la dieta carnivora.

Facendo anche allenamento mi sono praticamente ”squartato” come amo dire io, ovvero sono totalmente definito, anche se questo non era il mio obiettivo primario.

Ciò a cui ambivo era semplicemente riuscire a migliorare la mia condizione di salute generale (come infatti è poi accaduto).

Conclusioni

Bene, ora che sai cos’è la dieta carnivora hai un’arma in più nel tuo arsenale per poter pensare di scendere di peso e riuscire così a dimagrire senza dover contare le kcalorie e le grammature ad ogni pasto.

Tuttavia se mai ti balenasse in testa l’idea di intraprendere questo percorso consultati con un medico professionista poiché quanto sopra descritto è meramente una documentazione della mia esperienza personale e non vuole sostituirsi ai pareri dei medici.

Segui il podcast di carnemangiacarne oppure prenota una consulenza con me per scoprire il mio stile di vita personale 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...